Top

Non ero mai stata a Venezia, la mia prima volta nel 2018 per un week end lungo di 3 giorni partendo con il treno da Roma con mio marito, nel periodo autunnale.

Scontato dire che per visitare al meglio ci vorrebbe almeno una settimana, a volte le file per i monumenti sono davvero lunghe. Sono poi successivamente tornata nel 2020 per visitare Burano, ne parlo qui.

Appena arrivati alla stazione di S. Lucia c’è stato il colpo di fulmine 😍, l’atmosfera romantica già ci avvolgeva, attraversando il Ponte degli Scalzi abbiamo inteso però le difficoltà che turisti e abitanti ogni giorno devono affrontare nella giungla di ponti che infestano la città.

Eh si perchè per un turista non è semplice salire e scendere di continuo con la pesante valigia che si porta dietro. A parte questa piccola difficoltà e dopo aver lasciato il peso della valigia in hotel ci dirigiamo alla scoperta della città.

Non vi farò un resoconto giorno per giorno (non mi piacciono i blog troppo lunghi, le persone si stancano a leggerli), piuttosto farò un piccolo elenco di quello che abbiamo visto con orari, prezzi e dritte per vedere al meglio le attrazioni principali di Venezia.

[/vc_column_text]

Da non perdere

Sicuramente da non perdere Piazza San Marco e la Basilica, a tal proposito vi consiglio di sfruttare gli orari della messa per accedervi in modo gratuito se non intendete visitarla con una guida. Dal campanile fino alle 19 potete godere di un ottima vista della città. In alternativa potete salire alla Torre Dell’orologio sita di lato alla Basilica.

 

Orari: VISITA IN ITALIANO Tutti i giorni alle ore 13 e 16 – VISIT IN ENGLISH Monday to Wednesday: 11 am and 12 am / Thursday to Sunday: 2 pm and 3 pm – VISITE EN FRANÇAIS Lundi, mardi et mercredi: 14h et 15h / Jeudi, vendredi, samedi et dimanche: 11h et 12h

Chiusura: 25 dicembre, 1 gennaio Biglietto: Ingresso solo su prenotazione, con accompagnatore specializzato. Biglietto ridotto con Venezia Unica City Pass ADULT, JUNIOR, SAN MARCO / I musei di Piazza San Marco / Museum Pass

In alternativa potete fare la fila per entrare pagando il biglietto di ingresso, se pensate di visitare molti monumenti, gallerie d’arte e palazzi vi consiglio la City Pass.

 

Parlando di vista è possibile salire gratuitamente nella terrazza del Palazzo Fondago dei Tedeschi aperto tutti i giorni dalle 10 alle 20 dove potete godere della vista sul canale prenotando online o direttamente al piano della terrazza tramite apposite colonnine.

Vi consiglio di prenotare giorni prima in quanto è molto gettonata.

[/vc_column][/vc_row]

Ovviamente da non perdere il famoso Ponte di Rialto, il Palazzo Ducale, il Palazzo delle Prigioni, il famosissimo Ponte dei Sospiri, la passeggiata sulla Riva Degli Schiavoni, il Mercato di Rialto luogo storico per i Veneziani ma anche molto affollato da turisti che si svolge dal martedì al sabato dalle 7:30 e le 12:00 in Calle de la Pescaria.

Vale la visita anche al Teatro della Fenice, e arrivare alla Punta della Dogana attraversando il Ponte dell’Accademia.

Un gioiellino nascosto è sicuramente la Scala Contarini del Bovolo (bovolo in veneziano significa proprio chiocciola).

La scala consta di 80 scalini che conducono al sovrastante belvedere dove si gode della vista sui tetti della città.Visitate questo sito per approfondimenti.

ORARI:Tutti i giorni dalle 10:00 alle 13:30, Lunedi Chiuso. Costo del biglietto 7 euro.

 

Venezia è bella da vivere a piedi, ogni angolo diverso, ogni stradina porta a qualche negozietto nascosto, ma consiglio anche di fare un giro, almeno una volta, con il vaporetto per percorrere il Canal Grande….vedrete una Venezia da una prospettiva diversa, e poi comunque vi divertirete.

Un consiglio: prendete i biglietti in anticipo, noi ci siamo trovati nei pressi della fermata e non c’erano posti per acquistarli, alla fine, dopo tanto penare con il tornello e il codice sul telefono, siamo riusciti ad accedere al molo dopo avere acquistato i biglietti su AVM OFFICIAL APP.

Ghetto ebraico

Un altro luogo da vedere è il Ghetto ebraico, dove consiglio una passeggiata perchè a mio avviso molto bello .

Si trova nel sestiere di Cannaregio ed è tutt’oggi il fulcro della comunità ebraica di Venezia, sede di sinagoghe e di altre istituzioni religiose.

l museo ebraico si può visitare al costo di 8 € e contiene oggetti propri della vita religiosa della comunità, come argenti, rotoli della Torah e drappi, testi in ebraico e soprattutto cartelli informativi che raccontano la storia del ghetto ebraico e della persecuzione degli ebrei dalle origini alla Seconda Guerra Mondiale, ai campi di concentramento.

 

Al costo di 12 € oltre al museo ebraico si possono visitare anche tre delle 5 sinagoghe del ghetto accompagnati da una guida.

 

Noi non lo abbiamo fatto ma ovviamente il giro in gondola è fortemente consigliato.

 

Non so perchè ma sono stata sempre restia ad andare.

Il motivo è che non amo molto la folla, e si sa che a Venezia ci sono sempre molti turisti, ma sfruttando la bassa stagione siamo riusciti a goderci a pieno la città e trovato anche acqua alta, trasformando una mattinata in un momento di ilarità.

Le foto mostrano proprio come un adulto può trasformarsi in un lampo in un bambino che come Peppa Pig salta nelle pozzanghere di fango, in questo caso di acqua.

“Parlando proprio di acqua alta a Venezia è impossibile non visitare la “Libreria Acqua Alta” sita in Calle Lunga Santa Maria Formosa. L’avete mai visitata? NOOOO, allora è il momento di preparare le valigie e partire.”

La libreria Aqua Altaè un paradiso di libri, non molto distante da Piazza S. Marco.

La libreria nasce nel 2004 dall’idea di Luigi Frizzo, vicentino di origine ma veneziano d’adozione, che con la sua creatività riesce a raccontare Venezia in un modo unico e autentico.

Per salvaguardare i moltissimi volumi dall’acqua, non ci sono mensole o scaffali all’interno della libreria, bensì gondole, canoe, barchette e vasche che possano galleggiare e proteggere i libri dall’acqua che entra nei periodi di alta marea.

La scala di libri che si trova fuori nel terrazzino di lato è un originale trucchetto per far salire i turisti e far godere della vista sulla calle.

I libri usati per crearla erano destinati al macero perchè rovinati quindi non vi preoccupate perchè nessun libro è stato maltratto. 😊

 

Se cercate un libro specifico vi consiglio di cercarlo online o nella vostra libreria di fiducia, qui nella libreria Aqua Alta non dovete fare altro che spendere tutto il tempo necessario per godere dell’atmosfera e del profumo perdendovi nelle corsie di libri e se non avete trovato il libro che desideravate non vi preoccupate ma pensate soltanto di aver visto una delle librerie più particolari al mondo.

Qui troverete alcuni gatti che dormono tra i libri che sono una delle attrazioni della libreria.

Link a Facebook della pagina

ORARI

La libreria Acqua Alta è aperta tutti i giorni dalle 9 alle 20.

Di sicuro non potete perdervi le isole di Murano e Burano in giornata, probabilmente le due isolette più caratteristiche e intriganti del circondario veneziano. Di questa escursione ne parlo in questo post.

CONSIGLI SU DOVE MANGIARE

Venezia è una meta molto cara per la maggior parte dei turisti.

Devo dire che sono andata molto preparata su questo punto, specialmente per quanto riguarda i pasti, ma alla fine mi sono dovuta ricredere.

Di sicuro il posto più economico dove mangiare sono sicuramente i Bacari, tipica osteria veneziana a carattere popolare, dove si trova una vasta scelta di vini in calice (ónbreo biancheti) e piccoli spuntini (cichéti), caratterizzata da pochi posti a sedere e da un lungo bancone vetrinato in cui sono esposti i prodotti in vendita.

Vi segnalo un sito con una lista da cui abbiamo preso spunto noi.

– Bacaro Risorto – Campo S. Provolo, 4700
Cantina Vecia Carbonera – Campo Della Maddalena
Al Mercà – Sottoportego del Bancogito
Ca’ d’Oro Alla Vedova – Calle Zotti
Osteria al Portego – Calle del Forner
Osteria La zucca – S. Croce, 1762
Alle Corone –  Hotel Ai Reali, Calle Seconda de la Fava

Noi abbiamo soggiornato:
Al Ponte Mocenigo e Al Duca di Venezia.

La mappa dei luoghi da non perdere:

 

Dritte

Se andate in auto potete parcheggiare gratuitamente al Parcheggio Petroli e prendere la navetta che con un biglietto da 1,50 euro vi porta a Piazzale Roma. I biglietti si possono prendere con l’APP AVM Venezia.

La seconda volta che siamo tornati a Venezia abbiamo voluto fare l’esperienza gita in barca, prenotando un tour della laguna a 30 euro a persona. Il giro è durato 1 ora e mezza con barca privata e tanto di spiegazioni dei luoghi intorno a Venezia.

error: Content is protected !!