Top

Difficile scrivere un articolo conciso su NY, ma cercherò di evitare di annoiarvi con le solite frasi scontate e mettere lo stretto necessario per quanto riguarda i principali monumenti e magari qualche consiglio ed esperienza per godervi a pieno la città.

Sono stata a NY 2 volte e penso di tornarci una terza, per fare alcune esperienze che non ho avuto modo di fare a suo tempo e visitare luoghi che ho scoperto solo dopo esser tornata in Italia. Ma in fondo NY è talmente grande e frenetica che è impossibile poter dire di aver avuto il modo di esplorarla e vederla a tutto tondo.

Un pò di storia

Iniziamo col dire che i primi newyorkesi furono gli indiani di lingua algonchina che vivevano in capanne prima dell’arrivo degli Olandesi. Furono proprio gli Olandesi che fondarono un centro di commercio per le pellicce chiamato New Amsterdam.

I coloni costruirono case alla rinfusa per questo le stade di Lower Manhattan sono tuttora tortuose. Broadway (dall’olandese Breede Wegh) ebbe origine dalla pista indiana di Weelquaesgeek Trail. Anche il nome di Harlem ha mantenuto quello olandese. Nel 1664 la città venne abbandonata agli inglesi che le diedero il nome di New York.

La NY coloniale prosperò : in questo periodo, apre il primo cantiere navale, il primo teatro, la fondazione del primo quotidiano della città (New York Gazette), il commercio degli schiavi, la prima prigione fino al 1754 quando inizia la guerra franco-indiana.

Dopo la guerra di Indipendenza e la crescita delle industrie, i commercianti diventavano sempre più ricchi, la città entra nel periodo d’oro e della stravaganza. Vennero costruiti alberghi di lusso, eleganti magazzini e nel 1886 si innaugura la Statua della Libertà. Nel ‘900 la città era il cuore dell’industria americana. Apre Macy’s a Broadway e costruito il Flatiron, il primo grattacielo (21 piani). Il ricco divenne sempre più ricco e le condizioni dei poveri peggiorarono. Nei bassifondi aumentavano le malattie.

Dopo la prima guerra mondiale, gli anni ’20 furono un periodo di vita sfrenata per i Newyorkesi finendo però con il crollo della borsa nel ’29 che diede inizio alla Depressione. Nel 1941 gli USA entrano in guerra. Dal 1945 ad oggi, NY ha attraversato periodi altalenanti. Diventata capitale finanziaria mondiale, la città andò quasi in bancarotta negli anni ’70.

NEW YORK ZONA PER ZONA: Lower Manhattan

Il nuovo e vecchio si combinano nella punta sud di Manhattan, dove chiese coloniali e antichi monumenti si ergono all’ombra dei grattacieli. In questa zona da vedere la zona di Wall Street.

In questo quartiere da non perdere durante la passeggiata la Federal Hall National Monument, Federal Reserve Bank, La Borsa e Trinity Church. Immancabile una foto ricordo vicino al Charging Bull, la statua del toro, famosissimo simbolo di Wall Street. Attenzione non si trova lungo la stessa via, ma nel vicino Bowling Green Park.Da visitare assolutamente il World Financial Center, modello di design urbano moderno, ha contribuito alla rinascita della Lower Manhatta.

Nel cuore del centro si trova il Winter Garden, una vasta area pubblica in vetro e acciaio circondata da 45 tra ristoranti e negozi che si apre su una piazza e un piccolo porto sull’Hudson. La bellissima scala di marmo ospita spettatori di manifestazioni gratuite di danza, musica e teatro.

Le 16 palme del deserto del Mojave conferiscono al luogo un’atmosfera esotica.

In questa zona fate una passeggiata al Battery Park , chiamato così per i cannoni che un tempo proteggevano la baia, che oggi offre una bella vista della Statua della Libertà.

“Fearless Girl” è la statua raffigurante una ragazzina in bronzo, che ha fatto tempo fa la sua comparsa di fronte al Toro di Wall Street e che ora troneggia con sguardo di sfida davanti alla New York Stock Exchange, la Borsa di New York. La statua Fearless Girl è comparsa (non a caso) in occasione della Festa della Donna a New York, di fronte al Toro di Wall Street (The Charging Bull). E’ stata piazzata quasi di nascosto, alle 3 di notte dell’8 marzo 2017. Rientra infatti in una campagna di sensibilizzazione e valorizzazione del ruolo delle donne nel mondo del lavoro, voluta da State Street Global Advisors (SSGA), uno dei più grandi asset manager al mondo. 

La Statua della Libertà: dono dei Francesi al popolo Americano, fu concepita dall’estro dello scultore Bartholdi, che dedicò 21 anni per la realizzazione del progetto, ed è diventata simbolo di libertà in tutto il mondo.

La madre di Bartholdi posò per la statua, mentre i 7 raggi della corona rappresentano i 7 mari e i 7 continenti. Nella poesia scolpita alla base, Lady Liberty dice: “Datemi le vostre stanche, povere e confuse genti, che anelano a respirare la libertà”.


Venne innaugurata nel 1886. La sua originale torcia dorata, corrosa nel tempo, fu sostituita con una da 24 carati nel 1986. La torcia originale si trova nell’entrata principale. La struttura interna fu progettata da Gustave Eiffel e ha 354 scalini che conducono alla corona dove si gode un bellissimo panorama.

Alta 93 metri domina la baia di New York.
Ellis Island servì come punto di accoglienza e smistamento degli immigrati, ed è proprio qui che metà della popolazione americana può far risalire le proprie origini, proprio dove sono conservati i registri degli immigrati tramite un database elettronico che aiuta a rintracciare i propri antenati.

Nel maggio del 2019, la Liberty Island si è arricchita dello Statue of Liberty Museum, un museo dedicato alla storia e alle profonde simbologie della Statua. Può essere visitata su tre livelli (ognuno con un biglietto diverso):

  • Ground Only Access: potrete girare intorno alla statua senza entrare nel piedistallo o in cima alla corona.
  • Pedestrian Access: oltre alla visita del museo della Statua della Libertà, potrete salire in cima al piedistallo (Fort Wood level) per goderne la vista e guardare il monumento dall’interno.
  • Crown Access: questo accesso, che è limitato e disponibile solo su prenotazione a un prezzo un po’ più alto, ha tutto un suo fascino. Infatti, con questo prezioso biglietto, potrete salire fino alla corona e approfittare della fenomenale vista che si gode dai quasi 100 metri di altezza della testa della Statua.

Come arrivare: I traghetti partono dal molo South Ferry (nei pressi del Battery Park) e arrivano a Liberty Island ed Ellis Island. www.statuecruises.com


La prima corsa parte alle 8.30 da Battery Park. L’ultima parte alle 17. Per quanto riguarda il ritorno, l’ultimo battello che parte da Liberty Island salpa alle 18.45, e passa alle 19 da Ellis Island.

Nel corso delle stagioni possono variare gli orari: controllate qui. I prezzi vanno dai 18 ai 58 dollari a persona, ma possono variare col tempo.
Dal molo denominato South Ferry, nei pressi  di Whitehall Circle e dello stesso Battery Park, parte un traghetto che collega Manhattan a

Staten Island. Il traghetto è gratuito, il tragitto è lungo circa 5 km (25 minuti) e passa vicino alla Statua della Libertà e Ellis Island. Le vedrete di sfuggita, ma almeno non spenderete niente.

  • Come arrivare Metro linee 4,5 (fermata Bowling Green) – Metro R (fermata Whitehall Street) – Metro 1 (fermata South Ferry)
  • Orari di apertura
    Tutti i giorni – primo battello da Battery Park ore 8.30, ultimo battello da Battery Park ore 17 (partenze ogni mezz’ora circa)
    Ritorno: Ultimo battello da Liberty Island ore 18.45
    Chiuso solo il giorno di Natale
    Questi sono gli orari estivi – d’inverno gli orari sono molto ridotti, verificate prima sul sito ufficiale!
  • Prezzi: adulti 18,50$ – anziani (+65) 14$ – bambini 4-12 anni 9$ – bambini fino 4 anni gratis
    Il biglietto di ingresso comprende l’audioguida – il biglietto per la corona costa 3$ in più
  • sito ufficiale www.nps.gov/stli/index.htm

GROUND ZERO E IL WORLD TRADE CENTER

Il Distretto Finanziario è purtroppo famoso anche perché è qui che sorgeva il Word Trade Center, distrutto dall’attentato dell’11 settembre. La zona di Ground Zero è ormai stata completamente ricostruita, solo lo spazio esatto un tempo occupato dalle Torri Gemelle è rimasto vuoto.

L’area è oggi occupata dalle due enormi fontane quadrate del memoriale che segnano la sagoma delle due torri. Un piccolo padiglione segna l’ingresso al 9/11 museum, il museo della memoria, inaugurato a maggio 2014.

Sopra il memoriale dell’11 settembre svetta il One World Trade Center, noto anche come Freedom Tower. La torre è alta 541 metri, occupando un’area complessiva di 65.000 metri quadrati.

Degno di nota anche l’incredibile struttura dell’Oculus realizzata dall’architetto Calatrava: il nuovo Hub per i tantissimi mezzi di trasporto che servono questo punto nevralgico di New York per pendolari e turisti. All’interno trovate l’enorme centro commerciale Westfield World Trade Center.

Il 9/11 Museum a Ground Zero, o National September 11 Museum è il museo dedicato alla tragedia dell’11 settembre, situato nella zona del World Trade Center, proprio là dove si trovavano un tempo le torri gemelle. Il “museo della gente”, così definito da chi ha progettato e sviluppato la struttura.

  • Indirizzo 180 Greenwich Street
  • Come arrivare Metro linee A C J 2 3 4 5, fermata Fulton St.
    oppure Metro linee 2 3, fermata Park Pl.
  • Orari di apertura – Memoriale Lun-Dom 7:30 – 21:00
  • Orari di apertura – Museo Dom – Giov 9:00 – 20:00 – Ven, Sab 9:00 – 21:00
  • Prezzi: adulti 24$ – studenti e anziani (+65) 18$ – bambini 7-17 anni 15$ – bambini fino 6 anni gratis
  • sito ufficiale 911memorial.org

L’ Oculus è l’altro nome per il World Trade Center Transportation Hub, praticamente non è altro che un grande polo del trasporto pubblico in arrivo e in partenza dal World Trade Center, con all’interno anche un mega centro commerciale (Westfield WTC).

La struttura all’esterno è imponente e davvero spettacolare, opera dell’architetto Calatrava, anche se poi si sviluppa sottoterra. Con la sua forma così particolare e caratteristica, l’Oculus di Calatrava merita senza dubbio una visita quando andate in vacanza a New York!

Il One World Trade Center (noto anche come Freedom Tower) è il grattacielo costruito proprio accanto a dove sorgevano le Torri Gemelle e con il suo spettacolare panorama si è aggiunto ai classici osservatori dell’Empire State Building e del Top Of The Rock per una vista mozzafiato su New York.

E’ il grattacielo più alto dell’emisfero occidentale con i suoi 541 metri e 33 centimetri di altezza, ai quali si aggiungono i 5 metri dell’antenna che però non vengono calcolati nell’altezza totale.

  • Indirizzo 285 Fulton Street – angolo tra West Street e Vesey Street (ingresso su West Street)
  • Come arrivare in Metropolitana A, C, J, Z, 2, 3, 4, 5 – fermata Fulton Street/Broadway-Nassau – 2, 3 – fermata Park Place
    E – femata World Trade Center – R – fermata Rector oppure Cortland Street – 1 – fermata Rector Street
  • Orari di apertura
    Orario estivo: da maggio a settembre aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 22.00 (ultimo ingresso ore 21.15)
    Orario invernale: da settembre a maggio aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 20.00 (ultimo ingresso ore 19.15)
    >> Consultate il calendario nel sito ufficiale per possibili variazioni di orario
  • Prezzi: adulti 32$ – senior (oltre 65 anni) $30 – bambini 6-12 anni 26$ – gratis per i bambini sotto i 5 anni
  • sito ufficiale oneworldobservatory.com

NEW YORK ZONA PER ZONA: Seaport e Civic Center

Il Civic Center è la sede delle corti di giustizia della città, dello stato e del governo federale, nonchè del dipartimento di Polizia.

Qui si trova il South Street Seaport, chiamato nell’800 la “strada delle vele” a causa di molte navi che vi attraccavano e declinò quando le navi a vela divennero antieconomiche. Appena più a nord si trova il Ponte di Brooklyn, un tempo il più grande ponte sospeso del mondo.

Oggi in questa zona ci sono molti negozi e caffè e le barche attraccano di nuovo ai moli. In Fulton Street, si trova un faro costruito nel 1913 in memoria di coloro che morirono nella tragedia del Titanic. Il molo 17 (Pier 17) consiste in un edificio di vetro e acciaio con tre piani di negozi, ristoranti e bancarelle.

Dall’ultimo piano si gode una bella vista sul ponte, è molto bello di sera per fare delle belle foto.

Ponte di Brooklyn: Completato nel 1883, il ponte è stato il più grande sospeso del mondo e il primo costruito in acciaio.

La costruzione richiese 16 anni e 600 operai 20 dei quali persero la vita. Le estremità dei 4 cavi d’acciaio del ponte sono assicurate a una serie di ancoraggi fissati ad apposite piastre, a loro volta assicurate a calotte di granito alte fino a tre piani.

Camminare sospesi sull’Hudson e guardare questi cavi di acciaio composti da 19 fasci di 278 fili paralleli, è davvero impressionante, tanto che anche Whitman disse che la vista dal passaggio pedonale era “la più efficace medicina che la mia anima abbia mai preso“.

NEW YORK ZONA PER ZONA: Lower east side

In nessun altro luogo l’atmosfera etnica di NY è più evidente che in Lower Manhattan dove si sono stabiliti molto immigrati. La zona è ricca di allettanti ristoranti, di alcuni negozi più convenienti della città. In questo quartiere c’è Little Italy e Chinatown.

Il quartiere di Chinatown è davvero pittoresco e rischia davvero di invadere la vicina Little Italy. Le sue strade sono piene di bancarelle di frutta e verdura, e molti altri negozi. Chinatown inizialmente era una comunità prettamente maschile, che inviava soldi alle proprio famiglie in Cina alle quali le leggi americane impedivano l’ingresso.

Cosi gli uomini si rilassavano giocando a Mah-jong. La comunità rimase isolata dal resto della città, finanziata e controllata dalle sue organizzazioni segrete, alcune delle quali erano semplicemente familiari, altre vere e proprie organizzazioni criminali.

NEW YORK ZONA PER ZONA: Soho e Tribeca

L’arte de l’architettura sono gli elementi che hanno formato questi quartieri industriali. Soho fu minacciato dalla demolizione del 1960. Gli artisti si trasferirono nei grandi loft, seguirono caffetterie, gallerie, negozi e boutique.

I Brunch e la visita alle gallerie di Soho sono un classico nel week end dei newyorkesi. Qui c’è la più grande concentrazione di strutture architettoniche in ghisa nella zona tra Canal Street e West Greene Street, come il Haughwout Building. La caratteristica di questa zona sono le scale di ferro all’esterno delle abitazioni, quelle che vediamo sempre nei film, la scena più famosa di Richard Gere nel finale di Pretty Woman.

Gli artisti si spostarono a Tribeca dove in maggio si tiene il Tribeca Film Festival.

NEW YORK ZONA PER ZONA: Greenwich Village

I newyorkesi lo chiamano semplicemente Il Village; in effetti era un villaggio di campagna in cui ci si rifuggiò durante l’epidemia di febbre gialla nel 1822. Oggi passeggiare per le strade di questo quartiere vuol dire scoprire angoli nascosti e cortili con uno stile architettonico stravagante.

Molti personaggi famosi hanno abitato qui, dall’attore Dustin Hoffman, al commediografo O’Neill. Il Village di sera prende vita, ad ogni angolo ci sono birrerie e caffè, teatri sperimentali e locali dove si suona, i più famosi sono quelli di jazz.

Alcune case strane sono presenti in questa zona, per questo dicevo stravagante, come Twin Peaks al 102 di Bedford Street, Grove Court un gruppo di 6 case in una zona formata da una curva, e il Jefferson Market Courthouse, costruita come corte di giustizia venne giudicata come quindo edificio più bello d’America.

Al numero 75 di Bedford Street, la casa più stretta della città costruita nel 1873, larga solo 2,9m. In questa casa vissero per un periodo l’attore John Barrymore e Cary Grant. L’edificio è di 3 piani ed è segnalato con una targa. Il cuore del Village è di certo la Sheridane Square, dove 7 strade si incontrano.

Per gli amanti delle serie tv in questo quartiere c’è la casa (o per lo meno la facciata della casa) di Carrie della famosa serie TV “Sex and the City”, precisamente al 66 di Perry Street: la riconoscerete in quanto è stata applicata una catenella per evitare che curiosi possano bighellonare sulle scale.

NEW YORK ZONA PER ZONA: East Village

L’East Village è noto per la vita notturna movimentata. Bar tradizionali ricchi di atmosfera, sale per concerti e spettacoli condividono le strade con eleganti cocktail bar e ristoranti alla moda.

Durante il giorno è frequentato da persone più semplici che amano guardare le boutique, i negozi vintage e i centri per tatuaggi e pranzare in caffè informali.

Un tempo epicentro della scena punk della città, St. Mark’s Place ora è diventata il quartiere dei ristoranti fast food e dei negozi di souvenir del momento.

NEW YORK ZONA PER ZONA: Gramercy e il Flatiron District

Il Gramercy Park e Madison Square ci fanno vivere due aspetti diversi della città. Madison Square, circondata da uffici e soffocata dal traffico e Gramercy Park con la sua tranquillità per il quale è diventato famoso.

Qui infatti solo le famiglie che vi abitano intorno hanno la chiave per entrare al parco. Il palazzo a forma di triangolo più famoso si trova qui, il Flatiron tra la fifth ave e Broadway, e fu il primo grattacielo costruito nel 1903.

Sapevate che originariamente era chiamato Fuller Building? dal nome dell’impresa edile che ne era proprietaria. Il suo architetto, Burnham, fu uno dei primi a realizzare una struttura d’acciaio e divenne presto famoso come Flatiron o come alcuni lo chiamavano “la follia di Burnham” sostendendo che le correnti d’aria che avrebbe creato ne avrebbero causato il crollo.

Ma di fatto è ancora la, l’unico effetto che ha avuto è stato quello di attirare frotte di uomini, che, causa folate tipiche della 23rd Street, speravano di sbirciare tra le gambe delle ragazze sotto le lunghe gonne sollevate dal vento.
Union Square, aperto nel 1839, il parco univa Bloomingsdale Road (ora Broadway) con Fourth avenue.

Più tardi il centro della piazza su sollevato per far passare la metropolitana e il parco poi divenne popolare tra gli oratori della domenica. La piazza oggi ospita il mercato ortofrutticolo e biologico dove gli agricoltori dello stato di New York vendono al pubblico: una passeggiata è d’obbligo.

NEW YORK ZONA PER ZONA: Chelsea e il Garment District

Herald Square deve il suo nome al quotidiano che ebbe i suoi uffici sino al 1921.

Un tempo la zona era tra le più malfamate della città. Quando nel 1901 aprì Macy’s la zona divenne alla moda. E’ il più grande magazzino al mondo in grado di accontentare chiunque.

Occupa ben un intero isolato e sui suoi scaffali si trova davvero di tutto. Il simbolo della stessa rossa deriva dal tatuaggio del suo fondatore Rowland Hussey Macy’s un ex baleniere che aprì un piccolo negozio sulla West 14th Street nel 1857.

Qui anche un tempo rivale Gimbel Brothers Department Store, rivalità che venne portata sul grande schermo nel film “Un Miracolo sulla 34° Strada”.

Qui visita d’obbligo a l’Empire State Building con la sua piattaforma in cima dove si gode una bellissima visita della città. La sua costruzione iniziò poco prima del crollo di Wall Street nel ’29 e all’epoca era così difficile affittare immobili che fu soprannominato Empty State Building.

Dopo il successo delle piattaforme di osservazione l’edificio si salvò dalla bancarotta e divenne simbolo della città. Salite all’ 86esimo piano per godere della splendida vista, consiglio di andarci sia di giorno che di sera. Questo edificio è stato tratto in molti film, come King Kong,


Curiosità: L’empire State Building è un parafulmine naturale e viene colpito fino a 500 volte all’anno.



Vale la pena passeggiare davanti al General Post Office, un esempio di edificio che occupa due isolati. La sua massiccia parte frontale ha una larga scalinata che conduce ad una facciata decorata con 20 colonne corinzie.
Molto interessante passeggiare nel parco della High Line, una vecchia linea ferroviaria, usata per spostare merci dal 1934 al 1980, salvata dai residenti nel 1999 dalla demolizione e convertita in parco nel 2009.

La particolarità sta nella riconversione con l’istallazione di piante, architetture, locali e balconate come sulla 10th ave dove è stata inserita una finestra rimuovendo le travi in acciaio della struttura originale.

Questo anfiteatro è il luogo di spettacoli pubblici o semplicemente un luogo dove osservare la strada sottostante. Tra la 15th e la 16th Street la linea corre anche lungo la ex casa della National Biscuits Company (Nabisco) dove è nato il biscotto Oreo, oggi sede del Chelsea Market.

Un altro punto interessante è il passaggio tra la 14th e la 15th, dove viene proiettato un video che mostra arte, opere storiche e nuove produzioni. Quando la High Line era ancora un binario ferroviario vuoto, l’acqua si accumulava in questo un punto della linea in modo naturale.

È il punto favorito delle famiglia durante i mesi più caldi, un luogo in cui i bambini immergono le dita dei piedi. Per avere un’idea della bellezza di questo luogo andate a vedere le foto qui. Inoltre vengono organizzati molti eventi tra cui incontri, eventi di ballo, esibizioni di artisti dove a volte viene invitato il pubblico a partecipare.

Un’ app da scaricare vi terrà informati su eventi e informazioni riguardo la High Line, guarda qui.

Da vedere


Macy’s: il più grande magazzino al mondo in grado di accontentare chiunque. Sul volantino con la mappa e i negozi recita una frase: “Se non hai visto Macy’s non hai visto New York!”. Il negozio in 151 West 34th Street conta di 9 piani tra cui vari ristoranti e caffetterie. www.macys.com. Potete anche acquistare online, effettuano spedizioni in Italia.
Empire State Building:

Pochi grattacieli al mondo sono famosi come l’Empire State Building di New York. Immortalato in migliaia di film, cartoline, fotografie, souvenir, l’Empire è uno dei simboli per eccellenza di New York :

  • Indirizzo 350 5th Avenue (tra la 33th e la 34th street)
  • Come arrivare Metro linee B, D, F, N, Q, R – fermata 34th street
  • Orari di apertura dalle 8 alle 2 del mattino (l’ultimo ascensore parte all’1.15).
  • Prezzi
    OSSERVATORIO 86° PIANO – adulti 38$ – anziani (+62) 31$ – bambini 6-12 anni 36$ – BIGLIETTO EXPRESS VIP Salta fila $73
    OSSERVATORIO 86° + 102° PIANO – adulti 58$ – anziani (+62) 52$ – bambini 6-12 anni 56$ – BIGLIETTO EXPRESS VIP Salta fila $93
    sito ufficiale www.esbnyc.com


High line: Situata nel West Side aperta al pubblico dal 2009. Accessi su Gansevoort Street, 14th Street, 16th Street, 18th Street, 20th Street. Entrate accessibili con ascensore sulla 14th e 16th Street. Come arrivare: Metro L alla 8th Ave; A/C/E alla 14th; 1/2/3 alla 14th. www.thehighline.org . Aperta dal 1 Aprile al 31 Maggio dalle 7 alle 22.

Dal 1 Giugno al 30 Settembre dalle 7 alle 23. Orario dal 1 Ottobre al 30 Novembre dalle 7 alle 22. Dal 1 Dicembre al 31 Marzo dalle 7 alle 19.

NEW YORK ZONA PER ZONA: Theater District

Fu il trasferimento della Metropolitan Opera House a dare inzio alla proliferazione di ristoranti e teatri nella zona. La famosa Times Square prese il nome dalla torre di 25 piani del New York Times, inaugurata nel 1906.

Times Square è il cuore del Theater District, sin dagli anni ’20 le luci a neon delle insegne dei teatri si sono unite con il tabellone delle notizie in tempo reale del Times per creare un insieme di luci spettacolari.

Dopo un periodo di declino negli anni ’30 che vide spettacoli teatrali sostituiti da show a luci rosse, la zona fu recuperata negli anni ’90. Ogni capodanno a mezzanotte la famosa palla argentata cade dal tetto di One Times Square per festeggiare l’entrata del nuovo anno.

Qui da vedere anche il Rockfeller Center , il più grande complesso privato , progetto art Déco di un team di architetti guidati da Raymond Hood.

Il luogo, un tempo giardino botanico della Columbia University, fu affittato da Rockfeller Jr come sede per un teatro dell’opera.

Quando la crisi del ’29 lo costrinse a rinunciare a questo progetto, legato ad un contratto a lungo termine, decise di proseguire con lo sviluppo di un altro progetto. 14 edifici che garantirono un’occupazione di 225000 persone e ospita al suo interno… tutto: studi televisivi, piazze, negozi, ristoranti, giardini.

Nel 1932 fu innaugurata la famosa Radio City Music Hall meglio conosciuto come The Showplace of the Nation, è uno dei teatri più famosi e iconici della città che ospita grandi spettacoli. Sul suo palco si sono avvicendate molte grandi star, tra cui Roger Waters, Liza Minnelli, Ella Fitzgerald , i Pink Floyd e, più recentemente, Lady Gaga e Tony Bennett.

Gli interni, caratterizzati da colori accesi sui toni del rosso e dell’oro, riflettono in pieno lo stile Art Deco dell’edificio che ospita il teatro.


La famosa libreria di New York sorge in Bryant Park, un tempo occupato da spacciatori (anni ’60), chiuso e poi ristrutturato, oggi è un luogo di relax per lavoratori e turisti. La New York Public Library aprì nel 1911 e costò 9 milioni di dollari.

La vasta sala di lettura principale di estende per due interi isolati, solo per rendere l’idea di quanto possa essere grande. Molti film sono stati girati qui come la scena esterna di GhostBusters, The Day After Tomorrow, il fim di Sex and the City, Spiderman, Colazione da Tiffany e tanti altri. Non perdetevi il

Blue Box Café, al quarto piano della famosa gioielleria.

Colazione da Tiffany

Colazione da Tiffany” diventa realtà! Mentre Holly Golightly, la protagonista del film interpretata da una splendida Audrey Hepburn, ammirava sognante le vetrine mangiando brioche e sorseggiando del caffè in un bicchiere di carta, oggi potete entrare e sedervi a un vero e proprio caffè, tutto rigorosamente color Tiffany!

Dove si trova il negozio di Tiffany & Co. a New York? Il negozio si trova sulla Fifth Avenue, all’altezza della 57th Street, quindi quasi a livello di Central Park. Orari di apertura – Il Blue Box Café di Tiffany è aperto dal lunedì al sabato dalle 10 del mattino alle 17.30. La domenica dalle 12 alle 16.30.

Da avedere:


Intrepid Sea-Air-Space Museum: l Museo Intrepid Sea, Air & Space è dedicato alla mostra e all’interpretazione della storia, della scienza e del servizio in relazione alla sua casa a bordo della portaerei Intrepid , un monumento storico nazionale.

Dal padiglione Space Shuttle, al sottomarino fino al concorde. Innanzitutto è molto suggestivo in quanto è ambientato all’interno di navi e sottomarini (restaurati), ormeggiati lungo la costa newyorkese, che già di per se è bello, ma soprattutto è un museo divertente adatto a tutte le età e fortemente educativo.

L’Intrepid è una attrazione gratuita per chi è in possesso del New York Pass, altrimenti ci sono biglietti diversi a seconda che si voglia vedere solo l’Intrepid, entrare anche nello Space Pavillion (per lo shuttle), e visitare anche il sottomarino Growler.

  • Indirizzo Pier 86 (W 46th St e 12th Ave)
  • Come arrivare Metro linee A, C, E, N, Q, R, S, 1, 2, 3, 7 – fermata 42nd street
    Una volta scesi dalla metro dovete passeggiare fino all’Hudson River, oppure prendere il bus M42
  • Orari di apertura Tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00 (nei weekend estivi tiene aperto 1 ora di più, fino alle 18.00)
  • Prezzi: adulti 33$ – senior (+65) 31$ – bambini 5-12 anni 24$ (ingresso gratuito sotto i 5 anni)
  • sito ufficiale www.intrepidmuseum.org


Rockfeller Center: Un valido tour del Rockefeller Center si può prenotare da questa pagina. Ha un prezzo di €25, dura 90 minuti e si svolge tutti i giorni a partire dalle 10.00 (con partenze ogni mezz’ora), con appuntamento al 30 di Rockefeller Plaza.

Il Rockefeller Center ospita fra le molte altre cose, anche un centro commerciale nell’Underground Concourse e svariati negozi. Oltre ai negozi di abbigliamento e Starbucks, quelli che non dovete perdervi sono:

  • Lego Store (620 5th Ave) – un negozio pieno di mattoncini colorati, un paradiso per gli appassionati e un posto dove curiosare e scattare qualche foto alle riproduzioni di luoghi simbolo di New York e non solo costruite con i lego
  • Nintendo Store (10, Rockefeller Plaza) – anche il Nintendo Store, come il negozio della Lego, è sempre pieno di clienti e curiosi durante tutta la giornata. Tra gadget e postazioni dove provare i videogiochi, il Nintendo Store è anche una specie di piccolo museo con vecchie console e altre curiosità esposte.


Top of the rock – 38$ – Dom-Lun 8/mezzanotte , l’ascensore sale alle 23:30 – Rockefeller Plaza,New York, NY – www.topoftherocknyc.com . L’orario consigliato è una mezz’ora prima del tramonto.

È ovviamente anche il momento di massima affluenza e di richiesta. Se si ha un pass è possibile prenotare l’orario di visita. New York Public Library: è la terza più grande biblioteca dell’America del Nord.

È gestita privatamente, da una associazione senza scopo di lucro con una missione pubblica, che opera sia con finanziamenti pubblici che privati. 476 5th Ave, New York, NY 10018, Stati Uniti. www.nypl.org

NEW YORK ZONA PER ZONA: Lower Midtown

La passeggiata in questo quartiere vi permetterà di osservare i numerosi ed ecclettici stili architettonici di New York, dai profili dei grattacieli ai moderni interni come quello del Philips Morris Building, Metlife, Chrysler, Ford Foundation, Daily News e Chanin Building.

Da non perdere la Grand Central Station costruita del 1871 sulla 42th Street. Spesso rimodernata e troppo piccola fu demolita e ricostruita: l’odierna fu inaugurata nel 1913. I suoi punti di forza sono l’atrio e la separazione del traffico tra treni e pedoni. L’edificio ha una struttura di acciaio e marmo.

L’atrio principale ha un soffitto a volta dominato da 3 alte finestre ad arco. Il disegno nella volta rappresenta le principali costellazioni. Le grandi scalinate ricordano quelle dell’Opera di Parigi. Anche qui sono stati girati molti film come Io sono legenda, Man in black, Armageddon, Superman e molti altri.

Al di sotto del Terminal si trova la stanza M42, che ospita il convertitore che dà corrente all’intera stazione. Il luogo è filmato in alcuni documentari, ma la sua posizione esatta viene tenuta gelosamente nascosta.

Appena superato l’atrio principale si trova l’appartamento Vanderbilt, un tempo utilizzato come sala d’attesa per il terminal principale e attualmente a disposizione per eventi di vario tipo.

L’appartamento era dei Vanderbilt, la famiglia proprietaria che ha costruito la stazione.

Nel Dining Concourse, vicino all’Oyster Bar, grazie al particolare soffitto a volte, è possibile provare un curioso fenomeno di rifrazione acustica. Se sussurrate qualcosa alla parete, qualcuno sul lato opposto della volta può sentire chiaramente quello che state bisbigliando! La galleria acustica viene chiamata Whispering Gallery.

  • Indirizzo tra 42nd Street e Park Avenue
  • Come arrivare Metro linee 4, 5, 6, S, 7 – fermata Grand Central
  • Orari di apertura Tutti i giorni, dalle 5.30 alle 2.00 – L’audiotour è disponibile dalle 9.00 alle 18.00 Prezzi: l’ingresso è ovviamente gratuito. Audiotour 6$
  • sito ufficiale www.grandcentralterminal.com

NEW YORK ZONA PER ZONA: Lower Midtown

Quartiere esclusivo e ricco, pieno di chiese, musei, alberghi di lusso, negozi famosi e grattacieli, ha come sinonino di lusso la strada con i negozi più inn, la fifth Ave. Da vedere la cattedrale di St.Patrick, IBM Building, la Trump Tower, Museo di arte Moderna (MOMA), e lo splendido negozio di Tiffany.

MOMA: Il MoMa è stato fondato nel 1929 con l’obiettivo di diventare un’istituzione educativa per un pubblico di tutte le età. Sostiene inoltre una fornitissima biblioteca, archivi, e un laboratorio di conservazione, tutti inseriti tra i più prestigiosi centri internazionali di ricerca.

Contiene una delle più complete collezioni di arte moderna del mondo. Sono presenti 6 piani espositivi nei quali ospita circa 100.000 opere d’arte, da dipinti e sculture dal 18840 agli anni ’40 come quelle di Dali, Miro ed Ernst. Opere di pittura e scrittura del dopoguerra, architettura e design e fotografia.

Tutti gli amanti dell’Arte sognano di poterlo visitare in quanto ospita alcuni tra i dipinti più famosi della storia come Il Ponte giapponese di Claude Monet, Le demoiselles d’Avignon di Pablo Picasso, La notte stellata di Van Gogh, La città che sale di Umberto Boccioni e tanti altri. Cercate le opere più famose :
Forme uniche della continuità nello spazio di Umberto Boccioni
La persistenza della memoria di Salvador Dalì
Le Ninfee di Claude Monet
Le demoiselles d’Avignon di Pablo Picasso
La notte stellata di Van Gogh e tantissime altre.
Cos’è il MOMA Ps1? Oltre alla sede principale del MoMA, da segnalare il MoMA PS1 il quale ospita, una delle più importanti collezioni d’arte contemporanea degli Stati Uniti. Si trova a Long Island City, nel Queens (22-25 Jackson Avenue) ed è il ramo contemporaneo del museo.

Oltre alle mostre permanenti, l’istituto si occupa di vari progetti artistici nazionali e internazionali.Il MoMa PS1 ha inoltre curato la WPS1, una stazione radio Internet dedicata al mondo dell’arte tra il 2004 al 2009. Dal gennaio 2000 il MoMA PS1 è affiliato al Museum of Modern Art e ospita circa 150.000 visitatori l’anno. Nell’organizzare la vostra visita tenete presente che il venerdì pomeriggio l’ingresso è gratuito dalle 17.30 fino alle 21,

  • Indirizzo 11 W 53rd street, nel cuore di Midtown Manhattan, tra la Quinta e la Sesta Avenue
  • Come arrivare Metro linee E, V fermata 5th avenue-53rd street
  • Orari di apertura: Da sabato a giovedì 10.30–17.30 – Venerdì 10.30–20.00 (a luglio e agosto è aperto fino alle 20.00 anche di giovedì) – Chiuso: Thanksgiving Day, Natale
  • Prezzi: adulti $25 – anziani (+65) e disabili $18 – studenti $14 – bambini e ragazzi (fino ai 16 anni) gratis.
    Ingresso gratuito ogni venerdì dalle 16.00 alle 20.00 (Free Friday Nights).
    Il biglietto di ingresso consente l’ingresso gratuito entro 14 giorni al museo MoMA PS1, un’ampia esposizione di arte contemporanea collocata in una sede staccata nel Queens, a Long Island City.
  • sito ufficiale www.moma.org
  • Ingresso ridotto per disabili + gratuito per l’accompagnatore (fra i pochi musei di New York)

Cattedrale di St.Patrick: Tra i grattacieli di cemento e vetro spicca per la sua bellezza e magnificenza la splendida Cattedrale di San Patrizio.

La chiesa cattolica romana in origine doveva essere un cimitero ma l’arcivescovo del tempo nel 1850 volle una cattedrale. Fu terminata nel 1878 ed è in grado di ospitare fino a 2500 persone.Il 25 maggio 1879 la Chiesa di San Patrizio venne consacrata dal cardinale John McCloskey .

Le enormi porte di bronzo sono decorate con le statue delle figure religiose più importanti di New York. All’interno il grande organo con più di 7000 canne sovrasta la cattedrale. Una cappella in onore della Beata Vergine (Lady Chapel) e la statua della Pietà situata di fianco alla Beata Vergine, realizzata nel 1906 sono alcune delle statue presenti nella cattedrale.

Infatti viene rappresentata anche la Via Crucis con pietra proveniente da Caen: questi rilievi vinsero il primo premio nel settore dell’arte religiosa nel 1893. Inoltre vi si trova il reliquiario della Madonna di Czestochowa e la cappella dedicata alla prima santa statunitense, Santa Elizabeth Seton.

L’altare maggiore è in marmo bianco. Alla destra dell’altare si trova il Pulpito, l’altare della Madonna di Guadalupe e l’altare di Santa Teresa di Lisieux mentre a sinistra una statua di San PatrizioSi trova tra la 5th Ave e la 50th Street. Aperta tutti i giorni dalle 7:30 alle 20:30.

Le fermate metro più vicine sono la 5 Avenue/53 Street per le linee E e M o la 47-50 Streets/Rockfeller Center Station per le linee B, D, F, M. La visita alla chiesa è gratuita. https://saintpatrickscathedral.org/schedule-of-tours

NEW YORK ZONA PER ZONA: Upper east side

Molti musei di New York si trovano in questo quartiere, in edifici che vanno da ex palazzi Frick al modernissimo Guggenheim. Le esposizioni sono varie quanto gli elementi architettonici e coprono una vasta gamma di opere. Molti musei sono aperti fino a tardi il martedì sera e alcuni offrono l’ingresso gratuito.

Guggenheim: L’edificio è il pezzo forte del museo, in effetti sembra una gigantesca conchiglia bianca progettata dall’architetto Wright.

Il Solomon R. Guggenheim Museum di New York – meglio conosciuto come “il Guggenheim” – era originariamente destinato a ospitare l’eccentrica collezione d’arte non oggettiva del suo omonimo fondatore: essa includeva opere di Vasily Kandinsky e dei suoi seguaci.

Ben presto divenne evidente che una collezione permanente era necessaria, così Frank Lloyd Wright fu assunto per creare un capolavoro per mostrare i capolavori all’interno.

  • Indirizzo 1071 Fifth Avenue (angolo 89th St)
  • Come arrivare Metro linee 4,5,6 – fermata 86th street
  • Orari di apertura: Dom–mer, ven 10.00–17.45 – Sab 10.00–19.45 – Pay What You Wish: 5:45–7:45 – Gio chiuso
  • Prezzi: adulti 25$ – studenti e anziani (+65) 18$ – bambini fino 12 anni gratis
  • Il biglietto di ingresso comprende l’audioguida, che si può utilizzare anche tramite app
  • sito ufficiale www.guggenheim.org

Metropolitan Museum: (MET) è uno dei musei più maestosi e imponenti della città di New York e fra i più importanti al mondo. La collezione del museo è impressionante: l’esposizione permanente conta più di due milioni di opere, suddivise per provenienza geografica ed epoca storica in 19 sezioni.

  • Indirizzo 1000 Fifth Avenue (angolo 82nd Street)
  • Come arrivare Metro linee 4,5,6 – fermata 86th street
  • Orari di apertura
    Da domenica a giovedì 10.00–17.30
    Venerdì e sabato 10.00–21.00
    Chiuso il Thanksgiving Day, Natale, Capodanno e il primo lunedì di Maggio
  • Prezziadulti 25$ – studenti 12$ – anziani (+65) 17$ – bambini fino 12 anni gratis (l’ingresso pay-as-you-wish da marzo 2018 è valido solo per i residenti)
  • sito ufficiale www.metmuseum.org

NEW YORK ZONA PER ZONA: Central Park

Il Giardino fu creato da Frederick Law Olmsted e da Calvert Vaux nel 1858. Inizialmente era un ambiente poco promettente, un insieme di allevamenti di maiali, paludi e baracche abusive.

Ora ci sono colline, laghi, alberi ed è progettato come luogo di relax. Nel corso degli anni si è arricchito di aree gioco, campi da tennis, piste di pattinaggio e zone destinate ad ogni sorta di passatempo come anche gli scacchi.

Tante sono le cose da vedere all’interno del parco come ad esempio Bethesda Fountain and Terrace in cui sono stati girati moltissimi film, il Bow Bridge, uno dei 7 ponti originali in ghisa del parco ed è considerato uno tra i più belli. Da qui si gode una bella vista del parco e degli edifici circostanti.

Da vedere il Belvedere castle : in cima a Vista Rock, completo di torri e torrette, si gode una vista delle migliori vedute del parco e della città. Se riuscite a scovare la statua di Alice nel paese delle meraviglie situata all’estremità nord del Conservatory Water la troverete li insieme ai suoi amici, lo Stregatto, il Cappellaio Matto, Il Bianconiglio.

Central park wildlife center: Il famoso zoo dove ci sono conservate più di 100 specie animali in 3 zone climatiche. Una foresta equatoriale ospita scimmie e uccelli mentre i pinguini e gli orsi polari popolano un paesaggio artico.

Al Tisch Children’s zoo i bambino possono incontrare capre, pecore, mucche e maiali. Si trova il monumento di Balto, capo della muta di Husky che fecero l’eroico viaggio attraverso l’Alaska per portare il vaccino contro l’epidemia di difterite.

The Diary: Usato come centro informazioni del parco, questo edificio in pietra naturale è stato progettato per comprendere un’area giochi bambini. Nel 1873 le mucche pascolavano di fronte e i bambini della città venivano qui per bere il latte fresco. Oggi è la meta per iniziare l’esplorazione del parco, dato che cartine e programmi vengono distribuiti qui.

Come risparmiare per i biglietti di ingresso

City Pass


Il New York CityPASS è il pass d’eccellenza per New York. Il pass ha una durata di 9 giorni dal giorno in cui lo utilizzerete per la prima volta, vale a dire 9 giorni da quando lo presenterete alla prima attrazione e include l’abbonamento per i mezzi pubblici. Include infatti:

  1. Empire State Building, uno dei simboli di New York (il CityPASS include l’ingresso due volte in uno stesso giorno, uno durante il giorno e uno la sera);
  2. Museo di Storia Naturale (proprio quello dove hanno girato il film Una notte al Museo);
  3. Metropolitan Museum (nel pass è incluso l’ingresso per 3 giorni consecutivi e comprende, oltre al Met Fifth Avenue anche le altre sedi Met Breuer e i bellissimi Met Cloisters);
  4. Top of the Rock o in alternativa il Guggenheim Museum. Il CityPASS è l’unico pass che consente di prenotare anticipatamente online l’orario d’ingresso al Top of the Rock, così quando sarete a New York andrete dritti all’ingresso senza passare dalla cassa;)
  5. Statua della Libertà (non include né la Corona né Piedistallo) e Ellis Island o Crociera Circle Line;
  6. 9/11 Museum o Museo Intrepid dell’Aria, del Mare e dello Spazio (Intrepid Sea, Air & Space Museum).

Prezzo adulti: $136 (circa €122); Prezzo bambini (6-17 anni): $112 (circa €100).

New York Pass

Il New York Pass è un carnet a durata variabile che può essere acquistato con validità di 1, 2, 3, 4, 5, 7 o 10 giorni: così il pass può essere acquistato sia da chi ha intenzione di rimanere pochi giorni in città, sia da chi rimarrà un po’ di tempo per approfondire la visita.

Nei giorni previsti dal pass, si possono visitare le attrazioni comprese nel pacchetto senza alcun limite giornaliero. Il pass, come avrete capito, è attivo solo dopo il primo utilizzo all’ingresso in una delle attrazioni, o per uno dei tour o dei ristoranti compresi nell’offerta. Maggiori dettagli visitare il sito.

l New York Pass si può comodamente utilizzare anche con il proprio smartphone previo download dell’omonima app. Al momento dell’acquisto del pass avrete quindi la possibilità di scegliere tre opzioni:

  • scaricare l’app ufficiale con il vostro pass (gratuito)
  • ritirarlo fisicamente in una delle sedi di New York (gratuito)
  • farvelo spedire a casa (8$ o 14$ a seconda del tipo di spedizione scelta)

Sightseeing Pass


Si tratta di un pass esclusivamente digitale, e acquistarlo online qui. Al momento dell’acquisto è necessario selezionare la durata del pass desiderata, in giorni.

Terminato l’acquisto riceverete via email la conferma con un link per accedere al pass: a questo punto potrete decidere di stampare il pass oppure tramite un QR code, di utilizzarlo sullo smartphone. Il pass si attiva la prima volta che lo utilizzate e sarà valido per i giorni consecutivi per cui lo si acquista. Il consiglio è quello di attivarlo la mattina in modo da avere più tempo disponibile per sfruttarlo.

  • One World Observatory (l’unico pass ad includerlo, insieme al Freestyle Pass)
  • Osservatorio Edge
  • Top of the Rock
  • Statua della Libertà e Ellis Island
  • 9/11 Museum
  • Trasferimento gratuito da Manhattan all’aeroporto
  • Tour di Harlem con Messa Gospel
  • MoMA
  • Museo delle cere
  • Il Museo Guggenheim
  • Il Museo di Storia Naturale
  • Museo Metropolitan (valido 3 giorni anche per i Cloisters e the Met Breuer)
  • Museo Intrepid dell’aria e dello spazio
  • Tour Madison Square Garden

Tour in autobus

  • Gray Line Downtown Tour (hop-on hop-off)
  • Uptown Tour (hop-on hop-off)
  • Brooklyn Tour (hop-on hop-off)
  • Bronx tour
  • Manhattan Experience

Tour in battello

  • Statue of Liberty Express (non si scende alla Statua)
  • Statue by Night
  • Circle Line crociera di un’ora
  • Crociera al tramonto

Explorer Pass

Il New York Explorer Pass è strutturato in maniera molto diversa rispetto agli altri pass. Vale 30 giorni dalla prima attrazione che visiti. Il prezzo varia in funzione al numero di attrazioni che si scelgono di visitare. Infatti l’unica scelta da fare al momento dell’acquisto è il numero di attrazioni o tour che si vogliono fare.

È veramente facile da utilizzare: basta mostrarlo ad ogni biglietteria e si potrà entrare nell’attrazione scelta, in molti casi saltando anche la fila.La scelta va da un minimo di 3 attrazioni fino ad un massimo di 10. Include:

  1. Empire State Building
  2. Statua della Libertà (Richiede ritiro del biglietto, presentando il pass a Castle Clinton) e museo Ellis Island Immigration
  3. Museo americano di storia naturale
  4. Museo di arte moderna (MoMa)
  5. 9/11 Memorial e Museum
  6. Top of the Rock (Necessita riservare gratuitamente dei biglietti con orario prestabilito.)
  7. Bus turistico
  8. Yankee Stadium
  9. Intrepid Museum: museo dell’aria e dello spazio
  10. Metropolitan Museum e The Cloisters

I migliori tour inclusi

  1. Tour Hop-on Hop-off Big Bus per un giorno (autobus hop-on hop-off, è necessario avere prima il biglietto effettivo, sito di riferimento)
  2. Crociera con vista su Manhattan e guida professionale
  3. Noleggi bici per Central Park (È possibile (non obbligatorio) prenotare anticipatamente il noleggio.)
  4. Night Tour con Big Bus
  5. Food on foot Tour: il miglior tour per scoprire i ristoranti top di New York
  6. Biglietti per l’autobus che ti porterà all’outlet Woodbury Common
  7. Crociera notturna (Presenta il pass allo sportello di vendita dei biglietti )

I costi:

  • 10 attrazioni: $229.00 per gli adulti e $175.00 per i bambini (dai 3 ai 12 anni);
  • 7 attrazioni: $178.00 / $134.00;
  • 6 attrazioni: $161.00 / $127.00;
  • 5 attrazioni: $142.00 / $110.00;
  • 4 attrazioni: $126.00 / $90.00;
  • 3 attrazioni: $94.00 / $71.00.

Build your own Pass

Permette di visitare un numero preciso predeterminato di attrazioni e tour, presenti nella grande città di New York. Ha validità di un anno a partire dall’acquisto e di 30 giorni a partire dalla prima visita ed, inoltre, ha una consegna immediata (è un pass elettronico).

È possibile scegliere le attrazioni turistiche più interessanti, tramite una lista accuratamente descritta: basta semplicemente scegliere l’attività d’interesse e cliccare sul pulsante “seleziona” dalla schermata principale del sito.
Ecco una lista delle migliori attrazioni più interessanti, assolutamente da non perdere.

  • Empire State Building
  • Osservatorio Top of the Rock
  • Tour di un giorno in autobus Hop-on Hop-off Big Bus;
  • Landmark Cruise, una piccola crociera con vista su Manhattan e guida professionale
  • Traghetto per la Statua della Libertà e l’isola di Ellis
  • Noleggio di bici per Central Park
  • Night Tour New York con un Big Bus
  • Food on foot Tour alla ricerca dei cibi più particolari e caratteristici
  • Museo americano di storia naturale
  • Museo di arte moderna (MoMa)
  • The Met, Museo Metropolitan
  • 9/11 Museum
  • 9/11 Tribute Center

Freestyle Pass

È un pacchetto che include l’accesso illimitato agli autobus Hop-on Hop-off (Ho-Ho) per 72 ore e, in aggiunta, l’accesso a 3, 5, 7 attrazioni di New York, da fruire entro i 14 giorni dal ritiro del voucher. Nel Freestyle Pass sono inclusi due osservatori: One World Observatory e Top of the Rock.

Non è più incluso l’Empire State Building. Incude:
Accesso illimitato per 72 ore ai tour in autobus (hop-on hop-off Downtown Manhattan e Uptown Manhattan, tour in autobus di Brooklyn, Night Tour).
– 3, 5, oppure 7 attrazioni a scelta tra Osservatorio Top of the Rock, Osservatorio One World Observatory, sulla cima del One World Trade Center e il Museo delle cere Madame Tussauds a Times Square.

Ripley’s Believe It or Not, un museo delle stranezze che diverte soprattutto i bambini (è compreso il LaseRace, per testare la propria agilità in una trama di raggi laser), Battello per la Statua della Libertà e Ellis Island.

Nel dettaglio l’elenco completo di tutto ciò che è compreso nel FreeStyle Pass è riportato in questa pagina; vi consiglio una lettura attenta, perché per tante attrazioni è richiesta la prenotazione anticipata.

MetroCard

La metropolitana di New York (chiamata Subway) conta ben 472 stazioni che servono 27 linee, più di qualsiasi altra città al mondo. Le linee sono identificate con le lettere (ad es. A, B, C) oppure con i numeri come 1, 2, 3.

Le linee sono raggruppate per colori, e nelle zone più centrali di Manhattan, le linee dello stesso colore compiono un identico tragitto, anche se alcune sono locali (local) e altre express.

✅ Le linee locali effettuano fermate in tutte le stazioni

✅ Le linee express si fermano solo nelle principali stazioni. In base a dove dobbiamo arrivare, dobbiamo sempre controllare se il treno che ci apprestiamo a prendere è local, e quindi si fermerà in tutte le stazioni, oppure express e quindi si fermerà solo nelle principali.

Troverete scritte per esteso (local, express), o sintetizzate, LCL, EXP sia nei tabelloni segnaletici sui binari, che indicano il treno in arrivo e sia sulle fiancate dei vagoni, dove ci sono sempre delle scritte luminose. Se volete avere e studiare la mappa della metro di New York già prima di partire, potete scaricarla gratuitamente in pdf dal sito ufficiale.

La MetroCard è uno strumento molto comodo: si tratta di una scheda magnetica ricaricabile che permette di effettuare il pagamento dei mezzi pubblici di New York.

Pay Per Ride MetroCard (regular) –> Questo tipo di MetroCard è adatta se pensate di fare poche corse con la metropolitana o con gli autobus. Infatti si paga il costo di ogni singola corsa, che viene scalato dal credito della carta.La stessa MetroCard può essere utilizzata fino a 4 persone.


Unlimited Ride MetroCard –> Questo tipo di MetroCard è adatta se pensate di utilizzare la metropolitana o gli autobus in maniera frequente, come capita spesso ai viaggiatori, dal momento che consente corse illimitate su metropolitana e autobus per 7 giorni e si attiva la prima volta che la usate fino alla mezzanotte del settimo giorno.


Unlimited MetroCard per 7 giorni –> Il prezzo dell’abbonamento per corse illimitate per 7 giorni è di $33 (+ $1 per l’emissione della MetroCard). Importante! Con la MetroCard Unlimited è necessaria una MetroCard a persona. La carta non può infatti essere strisciata (swipe) due volte nella stessa stazione, se non aspettando 18 minuti, questo ovviamente per evitare che venga utilizzata da più persone.

FOOD

Il grande classico della colazione all’americana: i pancakes! Ecco dove mangiare i migliori pancakes a New York.

Sarabeth’s

Se dite pancake a New York, a molti verrà subito in mente Sarabeth’s, uno dei classici della colazione a New York.

Ci sono diverse location a Manhattan, ma vi consiglio di andare in quello dell’Upper East Side (1295 Madison Avenue – angolo 92nd St.), l’originale, che conserva lo stile anni 80 di quando è stato aperto nel 1983. L’ambiente è elegante, con camerieri in giacca e cravatta e fiori freschi sul tavolo.

Tra i più apprezzati ci sono i buttermilk pancakes, con fragole o banane, e i lemon ricotta pancakes. I prezzi si aggirano sui 20$, decisamente non economico, ma Sarabeth’s è un’istituzione a New York e le porzioni abbondanti.

Clinton St. Baking Company

Aperto nel 2001 come locale per le colazioni, Clinton St. Baking Company ha rapidamente riscosso un grande successo e ora è un ristorante, aperto anche a pranzo e a cena. Continua però ad essere famoso soprattutto per i suoi pancakes, tanto che la versione ai mirtilli (blueberry pancakes) è stata elencata più volte dal NY Times nella lista dei migliori pancake di New York.

Oltre ai blueberry pancakes, i gusti migliori sono i chocolate chunk pancakes (con pezzi di cioccolato) e i banana walnut pancakes (banane e noci). Il prezzo medio è di 15$. Questo ristorante si trova al numero di 4 di Clinton Street, nel Lower East Side. Evitate di andarci nel weekend perchè potreste trovare parecchia coda.

Pershing Square

Il Pershing Square è un altro piccolo gioiellino, in vecchio stile, sulla 42nd Street, di fronte alla Grand Central Station. Il posto è accogliente informale, con ampie vetrate rosse e una enorme insegna. I pancake sono preparati con farina 00 o anche integrale, con diverse farciture. I prezzi si aggirano sui 15$.

Bubby’s

Bubby’s è un altro locale dove gustare fra i migliori pancakes di New York, davvero soffici e più leggeri di altri posti. Potete mangiare un po’ di tutto in realtà, e venirci per colazione, brunch, pranzo o cena. Il posto è informale e accogliente, anche se si dice che sia frequentato dalle celebrità.
A detta di molti, mirtilli e gocce di cioccolato è l’abbinamento migliore. Come prezzi siamo sui 20$ circa a porzione.Ci sono due location al momento, a Tribeca in Hudson street 120 e sulla High Line a Gansevoort Street, 73


Volete divertirvi a cucinare personalmente i pancakes? Ecco la ricetta:

Dose per 4-6 porzioni

Ricetta pancake New York
  • 2 tazze di farina
  • 2 cucchiaini di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di zucchero (a scelta)
  • 2 uova
  • 1 tazza e mezza o 2 di latte
  • 2 cucchiai di burro fuso e raffreddato (opzionale)
  • olio o burro per cucinare

Step 1 
Riscaldare una padella a fuoco medio-basso. In una ciotola, mescolare insieme ingredienti secchi. Sbattere le uova con il latte, quindi aggiungere 2 cucchiai di burro raffreddato fuso, se lo si utilizza. Spesso viene aggiunta un po’ di aroma alla vaniglia per dare un gusto più delicato.

Unire delicatamente questa miscela agli ingredienti secchi, mescolando quel tanto che basta per inumidire la farina (non preoccupatevi se si formano alcuni grumi). Se la pastella sembra troppo densa, aggiungere un po’ di latte.

Step 2
Ungere la padella a scelta con olio o burro. Quando la schiuma del burro si attenua o l’olio diventa luccicoso, aggiungere un mestolo di pastella. Regolare la fiamma se necessario. Dopo circa 2-4 minuti, girare i pancake quando si formano delle bolle in superficie.

Step 3
Cuocere fino a quando il secondo lato è leggermente dorato. Servire o tenere al caldo in forno a 200 gradi per un massimo di 15 minuti.

I migliori posti dove provare la cheesecake

Two little red hens: E’ una piccola bakery, dove si vendono dolci, pane e caffetteria. Il posto è molto piccolo, con pochi posti a sedere, ma la cheesecake può essere portata via e mangiata per strada, è comunque un dolce pratico da mangiare.

Per questo motivo questa pasticceria è molto ambita non solo dai turisti, ma soprattutto dai newyorkesi, che ovviamente vanno sui posti migliori! Indirizzo: 1652 2nd Ave, New York, NY 10028 (Upper West Side) Trasporti: Metro 4, 5, 6 fermata 86th street Sito web: https://www.twolittleredhens.com/

Junior’s : è una pasticceria molto famosa a New York, presente in città sin da oltre 60 anni, e presente con più sedi, tutte nella parte turistica della città. Le due principali sono Manhattan e Brooklyn. In realtà il locale si chiama Junior’s Restaurant, perchè all’interno si può principalmente mangiare, ma la qualità della New York Style Cheesecake preparata a regola d’arte, lo rende famoso più per i dolci che per la cucina. Indirizzo Brooklyn: 1386 Flatbush Avenue EXT (Brooklyn), New York, NY 11201 Trasporti Brooklyn: Metro 4, 5 fermata Borough Station Indirizzo Manhattan: 1515 Broadway (Times Square), New York, NY 10019 Trasporti Manhattan: Metro 1, 2, 3 fermata Times Square – 42th Street Sito web: https://www.juniorscheesecake.com/

Eileen ‘s cheesecake: Qui siamo al cospetto di una bakery “specializzata” in cheesecake, preparate a dire della titolare secondo una ricetta ereditata dai genitori, che rende le loro cheesecake molto conosciute e amate in città. Il locale si trova nel quartiere di Soho. Indirizzo: 17 Cleveland Pl, New York, NY 10012, Stati Uniti (quartiere SoHo) Trasporti: Metro 4, 6 fermata Spring Street Sito web: https://www.eileenscheesecake.com/

Cake Boss Cafè: Questa pasticceria ha una storia recente, aperta solo dal 2013, è già diventata meta di pellegrinaggio di molti turisti.
Vi state chiedendo il perchè? E’ la pasticceria del “Boss delle Torte“, Buddy Valastro, che con i suoi programmi televisivi è entrato nelle case di mezzo mondo.
E’ una piccola estensione newyorkese della Carlo’s Bakery di Hoboken (New Jersey), dove potete gustare le cheesecake preparate secondo la sua ricetta.Indirizzo: 625 8th Avenue at 42nd St, New York, NY 10018 Trasporti: Metro A, C, E fermata 42st (Times Square) Sito web: https://orders.carlosbakery.com/carlos-times-square/menu

Billy’s bakery: Questo locale assomiglia molto ad una pasticceria londinese, molto ricercata nell’arredamento e con un’ottima accoglienza ai consumatori.
Ha due sedi nel territorio, una nel quartiere di Chelsea e l’altra a Tribeca. Indirizzo Chelsea: 184 9th Avenue, b/w 21st and 22nd, New York, NY 10011
Trasporti Chelsea: Metro 1, C, E fermata 23rd Street Indirizzo Tribeca: 75 Franklin Street, b/w Broadway & Church, New York, NY 10013
Trasporti Tribeca: Metro 6, N, Q, R, W, A, C, E, J, M, Z fermata Canal St, oppure 1 fermata Franklyn St. Sito web: https://billysbakerynyc.com/

error: Content is protected !!