Top

In una domenica di caldo infernale decidiamo di andare a Bracciano per la visita al Castello Odescalchi.

Bracciano si trova a 45 minuti da Roma, ed è sicuramente un luogo più fresco per passare una giornata di relax. Arriviamo intorno alle 10:30 e già c’è un pò di fila, vi consiglio di arrivare all’orario di apertura del Castello.

Il borgo di Bracciano è una realtà degna di nota, grazie alle sue testimonianze storiche, artistiche ed architettoniche a cui si aggiungono le specialità tipiche della gastronomia. 

Il Castello


I biglietti hanno un costo significativo,a mio avviso un pò alto, di 8,5 euro a persona e 6 euro i bambini. La visita dura più o meno 1 ora e mezzo, ed è possibile girare tranquillamente nel castello seguendo il percorso di visita. In questo periodo non vengono offerte visite guidate, ma sul loro sito https://www.odescalchi.it/visite-museo-roma-castello-odescalchi è stato inserito un video della visita, altro non è che è una sorta di guida virtuale delle sale.


La costruzione del Castello Odescalchi inizia nel 1470 e nel corso dei secoli subisce profonde trasformazioni e, a causa della sua strategica posizione, si trova spesso al centro di aspre contese tra le più importanti casate nobiliari di Roma. Per leggere tutta storia vi lascio il link –> https://www.odescalchi.it/STORIA.
,

Sotto alcune foto all’interno e all’esterno del castello :

In zona,è possibile anche visitare il museo storico Aeronautico Militare dove , nel 1908, venne costruito il primo dirigibile intitolato a Luigi Bourlot. Il museo si affaccia direttamente sul lago ed è un luogo interessante per adulti e bambini. Il museo è diviso in 4 hangar ed una parte all’esterno. All’interno sono esposti reperti che risalgono al primo volo del pallone aerostatico di Garnering. Sono presenti anche i primi velivoli impiegati dalle Forze Armate Italiane, vicino alla replica dell’elicottero sperimentale di Forlanini e l’idroplano che servì a sviluppare le conoscenze per la costruzione del primo dirigibile militare italiano.

Bracciano nasce come piccolo borgo di pescatori e contadini, sviluppato da un primo insediamento etrusco. Il borgo di Bracciano , fù proprietà della famiglia Prefetti di Vico fino alla prima metà del XV secolo quando venne in possesso della famiglia Orsini che, tra il 1470 ed il 1490, trasformò la rocca allora esistente nell’at­tuale castello. Camminando tra i vicoli del borgo si arriva al Belvedere della Sentinella , dove è possibile ammirare una bellissima vista sull’intero lago. Caratteristica è la  Piazza IV Novembre  che accoglie nel centro una fontana del 1700 ed è sede del Palazzo Comunale.

Da vedere

il Duomo di Santo Stefano, edificato presumibilmente intorno al 1200.

La Chiesa di Santa Maria Novella, il cui convento ospita attualmente il Museo Civico di Bracciano.

Intorno al lago di Bracciano, una strada panoramica  circumnaviga il bacino e permette di arrivare a visitare i borghi più caratteristici. Fra i più interessanti: Bracciano, Trevignano Romano e Anguillara Sabazia.

Anguillara Sabazia

Anguillara Sabazia, caratteristico borgo medievale, è situato su un promontorio panoramico che si distende verso le acque del lago di Bracciano a circa 10 chilometri dal centro di Bracciano e dal Castello Orsini Odescalchi. Al borgo , tipico impianto medievale, si accede da una porta sormontata da un orologio, e si entra sul corso principale che attraversa il paese fino in fondo dove sorge la Chiesa dell’Assunta. Per le vie del borgo ci sono pittoresche piazzette, belvedere panoramici , il Palazzo Baronale, ora sede municipale, con affreschi recentemente restaurati. Nei pressi del palazzo municipale si trovano gli antichi bastioni medievali.

Trevignano Romano

Trevignano Romano, dista circa 12 chilometri da Anguillara Sabazia e sorge sull’altra sponda del lago. Il piccolo borgo mantiene un’atmosfera intima, tipica dei piccoli borghi di pescatori, ed ha un delizioso centro storico detto  ruderi della rocca degli Orsini, che ha una bella vista sul lago e sui paesi intorno.

E’ consigliata una visita anche al Lago di Martignano, poco distante da Bracciano, è un territorio vulcanico di 16.682 ettari, compreso all’interno della cintura craterica del Vulcano Sabatino. Non lontano è consigliata la visita alla Cascata di Castel Giuliano, alla Caldara di Manziana e alla Riserva Naturale Regionale Monterano.

Vuoi leggere altri articoli sulle bellezze del Lazio? Clicca qui.

error: Content is protected !!