Top

Montefiascone è una importante cittadina della Tuscia in provincia di Viterbo che si trova vicino al lago di Bolsena. Il centro storico con il suo borgo medievale sorge su una collina alta circa 600 mt che domina la pianura circostante. La natura vulcanica di Montefiascone e dei suoi dintorni, ricchi di tufo, da sempre ha permesso a questo luogo di sviluppare una particolare attitudine per la coltivazione della vite, da cui si ricavano oggi vini pregiati esportati in tutto il mondo. Specializzata nella produzione dei pregiati vini EST! EST!! EST!!!.

A questo tipo di vino è legata una leggenda che racconta che nel 1111 un barone tedesco, al seguito dell’imperatore Enrico V (appassionato degustatore di vini), mandò in avan scoperta un suo servitore a Montefiascone con il compito di assaggiare il vino locale e individuare quelli di buona qualità e di contrassegnare la locanda che lo vendeva con la scritta EST. Il messo fu così convinto della bontà del “Moscatello” locale che contrassegnò il luogo ripetendo tre volte il segnale EST. Il barone tedesco tanto apprezzò la qualità del vino da decidere di soggiornare a Montefiascone e tanto ne bevve che ne mori nel 1113, lasciando i suoi beni al Municipio con la clausola che una volta l’anno doveva essere versato un barile di quel vino nella sua tomba.

Salendo fino al grande piazzale antistante la Rocca, proseguiamo sulla strada che costeggia le mura esterne fintanto che sulla destra si intrevede uno stretto passaggio con un cancelletto metallico che da sulle scale che permettono di raggiungere il parco antistante l’ingresso alla Rocca con i suoi giardini.

Questo è il il punto più altro di Montefiascone, un ampio parco ricco di alberi che offono una bella ombra. Da qui si accede a quello che rimane della Rocca dei Papi, la quale, dopo un periodo di abbandono, è stata recentemente restaurata ed oggi è sede di esposizioni e manifestazioni culturali. Questo è il punto di visione più alto che permette che offre una parnoramica spettacolare a quasi 360 gradi delle zone circostanti lago di Bolsena compreso.

La storia di Montefiascone

Montefiascone è il Mons Faliscorum, il Monte dei Falisci, giunti qui dopo la distruzione dei centri dell’agro falisco; la cittadina sorge sul bordo del cratere Volsino e domina dall’alto l’intero lago di Bolsena. Le origini storiche di questo centro risalgono al tempo delle incursioni barbariche quando gli abitanti della pianura circostante si rifugiarono sulle alture realizzando le prime difese con opere di muratura difensiva ed è di questoi periodo la prima realizzazione della possente rocca con alte mura.

Montefiascone entrò nei domini della Chiesa nel VIII secolo, di cui divenne centro importante. Vista la sua posizione invidiabile dal punto di vista strategico, il centro subì diverse conquiste anche se di breve durata, prima Federico II, poi i ghibellini, poi Viterbo, nuovamente il ritorno alla Chiesa, poi venne conquistato da Francesco di Vico, poi da Francesco Sforza per poi tornare definitivamente sotto il dominio del Papato.

A Montefiascone passa anche un tratto della Via Francigena, che collega molti dei paesi della Tuscia, tra cui Sutri il borgo degli etruschi.

La cosiddetta “Perla dell’Alto Lazio” offre inoltre, a coronamento di un quadro già di per sé particolarmente invitante, una ricca e variegata gastronomia, che comprende piatti di pesce e di carne cucinati all’insegna del gusto e della genuinità.

Cosa Vedere a Montefiascone

La Chiesa medievale di San Flaviano. Una delle più suggestive della zona, la facciata, con i suoi tre archi gotici, si erge imponente sulla strada, invitando il visitatore ad entrare. All’interno si trova custodita la Cattedra di Urbano IV e la tomba di Johannes Defuk, il vescovo che pronunciò la famosa frase Est! Est!! Est!!!

La Cattedrale di Santa Margherita dedicato a Santa Margherita, martirizzata e sepolta ad Antiochia alla fine del III secolo. La sua enorme cupola, è la terza cupola d’Italia, seconda solo a quella di S. Maria del Fiore di Firenze e di San Pietro a Roma! Nella parte bassa della basilica si trova la Cripta del Bramante, un altro capolavoro architettonico che prende il nome da uno degli artisti che la progettò.

La Rocca dei Papi e il belvedere presenti nelle vicinanze, sono alcuni dei punti più suggestivi da cui poter godere di un panorama incredibile, proprio sul lago di Bolsena. Sulla sinistra si trova il monumento al Pellegrino, dedicato alle persone che fin dai tempi antichi percorrevano la Via Francigena per arrivare a Roma. La Rocca venne costruita intorno al 1200 come protezione dalle invasione barbariche ma, nel periodo di massimo splendore dello Stato Pontificio, divenne una residenza papale. Bellissimi i giardini della rocca, datati al 1800, da cui si gode un tramonto pazzesco ed una vista panoramica su tutta Montefiascone. Oggi la Rocca è destinata a spazio espositivo e dedicato ad eventi culturali.

Torre del Pellegrino

Cosa fare a Montefiascone

Nel mese di Agosto si svolge un’importante Fiera del vino, con esposizione e commercio dei migliori prodotti di tutto il comprensorio, come il locale “Est! Est! Est!”.  Nell’ambito della Fiera avvengono varie manifestazioni, tra le quali il Corteo Storico, che rievoca la leggenda del vino Est!Est!!Est!!!

Corteo Storico Falisco di Montefiascone: rievocazione storica con dame, cavalieri e altri personaggi dell’epoca medievale, del leggendario viaggio e della morte per il troppo vino di Joannes Defuk. In questa occasione ritroviamo una serie di eventi, tra cui la gara dei botti, la gara di Arcieri e Cavalieri, musiche e danze medievali.

Festa dei canestri e Sagra della ciambella all’anice: ogni anno a fine agosto, a Montefiascone si festeggia San Bartolomeo, con la Fiera dei Canestri e la Sagra delle Ciambelle all’anice.

Est Film Festival: in occasione dell’estate, tra la fine di luglio e l’inizio di agosto, a Montefiascone si tiene l’ Est Film Festival, concorso cinematografico con lungometraggi, cortometraggi e Documentari che si contendono i primi Arco d’ oro e Arco d’argento.

Presepe Vivente: rappresentazione storica del Presepe con tanti personaggi. Avviene nel periodo natalizio.

Montefiascone è decisamente un luogo ideale per chi decida di trascorrere una vacanza in cui natura, storia e arte abbiano tutte lo stesso peso il lago e gli splendidi boschi circostanti sono perfettamente attrezzati per passeggiate a piedi, a cavallo o in mountain bike.

Come arrivare a Montefiascone

Per arrivare a Montefiascone in auto, se provieni da Roma, dovrai prendere l’A1/E35 verso Orte e successivamente seguire le indicazioni per Viterbo e poi per Montefiascone. In circa 1.30 h dovresti arrivare al paese.

Per lasciare l’auto, ti suggeriamo di parcheggiare al parcheggio gratuito Campo Boario che si trova proprio sotto al Duomo. Ci sono moltissimi posti auto e in pochi minuti a piedi si raggiunge il centro storico.

Area sosta camper

Area Sosta Camper Il Guadetto, Viale Luigi Cadorna, 131, 01023 Bolsena VT, un grande parcheggio su prato vicino al lago, con servizi di carico, scarico, acqua, docce e wc.

Sulla Strada intorno al lago si trovano alcuni spot parcheggio per sostare vista lago, e altre aree di sosta interessanti dove non siamo potuti sostare causa forte vento.
Campeggio La Perla del Lago, Viale Regina Margherita
Capodimonte Camper Località Paieto snc
Sulla Spiaggia di Cavajano in bassa stagione è possibile fermarsei lungo lago.

I dintorni di Montefiascone

A pochi km si trova il Lago di Bolsena, il bacino d’acqua più grande del Lazio. Qui si possono fare molte attività a contatto con la natura, quali trekking, birdwatching oppure vela, windsurf e canoa. Se ami i borghi con viste stupende, allora devi raggiungere Capodimonte, il paese affacciato proprio sul lago vulcanico laziale.

Se ami scoprire i borghi, a pochi minuti di auto si trova Celleno, il borgo fantasma. Vicino a Celleno si trova anche Civita di Bagnoregio, la città che muore, costruita su di un enorme masso di tufo collegato alla terra grazie ad un lunghissimo ponte. Infine, se ami i luoghi pieni di mistero, a soli 30 minuti di distanza si trova il Parco dei Mostri di Bomarzo, il bosco più magico della zona. Mostri, figure mitologiche ed edifici bizzarri sono solo alcune delle attrazioni presenti!

error: Content is protected !!